Lavori alla pista ciclabile bloccati da un ricorso

dal Messaggero Veneto del 07/02/2021

ARTEGNA

In attesa di sbloccare il cantiere per il collegamento ciclistico Moggio Udinese – Venzone, gli enti fanno il punto sui futuri interventi sulla rete ciclabile del Gemonese. Il tema è stato al centro di un incontro tra gli amministratori della Comunità di montagna del Gemonese e la direzione di Fvg Strade, cui hanno preso parte il presidente dell’ente Alessandro Marangoni e i sindaci di Trasaghis Stefania Pisu, di Bordano Ivana Bellina, di Montenars Claudio Sandruvi: «In questo momento – ha spiegato il presidente di Fvg Strade Raffaele Fantelli – sul tratto di ciclabile tra Moggio e Venzone sono partiti i lavori di un primo lotto per opere di contenimento con rete paramassi ed è in procinto di partire anche il secondo appena sarà conclusa una causa amministrativa, dove la società è risultata vincitrice in primo grado di giudizio al Tar, legata all’opposizione di un privato su un esproprio». A interrompere l’atteso collegamento, che permetterebbe di rendere più sicura la percorribilità dell’Alpe Adria in quel tratto, è un ricorso presentato dal proprietario di un fondo interessato dal tracciato ciclabile: il Tar regionale ha già dato ragione a Fvg Strade ma la controparte ha deciso di ricorrere al Consiglio di Stato e dunque si dovrà attendere il termine della procedura per proseguire con i lavori. Nell’incontro gli amministratori hanno fatto il punto su tutto il territorio pedemontano per quanto riguarda la rete ciclabile: «I comuni facenti parte della comunità – ha affermato Marangoni – hanno intenzione nella fase di “concertazione” con la Regione di chiedere adeguate risorse finanziarie per intervenire sull’intero reticolo di piste ciclabili del territorio complementari, e da integrare agli assi principali quali la Fvg 1 e la Fvg 3, oggi gestiti da Fvg Strade». —

link all’originale: https://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2021/02/07/news/lavori-alla-pista-ciclabile-bloccati-da-un-ricorso-1.39873727